Poltroncina anni ’50 Pin Up: storia e caratteristiche

La poltroncina anni ’50 come icona di stile e di una decade animata dal desiderio di bellezza e comodità. Se volete rinnovare lo stile di casa o dell’ufficio con un accessorio divertente e originale una poltroncina anni 50 è l’idea giusta!

Se cercate un complemento di arredo particolare per rinnovare l’arredamento di casa o ufficio, una poltroncina anni 50 è perfetta. Lo stile vintage è tornato prepotentemente alla ribalta già da qualche anno e tuttora si impone nel nostro quotidiano non solo per quanto riguarda la moda ma anche l’arredo e l’oggettistica in generale, caratterizzata da un design unico, riconoscibile a occhi chiusi.

Ecco di cosa parleremo nell’articolo. Un viaggio nei meravigliosi Anni Cinquanta attraverso un iconico e inimitabile complemento di arredo: la poltroncina anni ’50:

di Studio Zetass per Infiniti

Gli Anni Cinquanta

Ma prima di scendere nel dettaglio concediamoci una rapida panoramica sui magici Anni Cinquanta, decade prolifica per quanto riguarda la produzione e la diffusione dei beni di consumo. Siamo nel bel mezzo del sogno americano, le cui scintillanti promesse si riflettono nell’immaginario europeo, desideroso di condurre na vita agiata, bella e comoda, a partire dalle mura domestiche. Gli elementi di arredo diventano più accessibili e i salotti delle case italiane prendono vita attraverso accessori caratterizzati da uno stile nuovo, a tratti un po’ kitsch, dalle linee morbide e sinuose e i colori sgargianti. Un’esplosione di benessere, tipica di quegli anni, che si riflette negli oggetti, nelle case, in una nuova attitudine nei confronti della vita.

Questa attitudine positiva raccoglie consensi ancora oggi, principalmente perché un complemento d’arredo vintage semplice come una poltroncina è in grado di restituire nuova vita a qualunque ambiente, anche il più anonimo, regalandogli un’identità forte e riconoscibile.

Design anni ’50

Il design anni 50 si riconosce soprattutto dai colori, un’esplosione di tonalità pastello acceso che rimarcano con decisione l’aspetto giocoso degli accessori; le poltroncine sono diventate iconiche per via del design sinuoso e incurvato, per le soffici imbottiture rivestite da tessuti morbidi che rendono gradevole la seduta e i materiali (legno, metallo) sono frutto di un felice connubio tra gradevolezza estetica e funzionalità.

Durante gli anni 50 infatti l’obiettivo era la produzione di oggetti in serie ma con un occhio di riguardo alla comodità e al loro utilizzo pratico, fondamentale per rendere l’ambiente domestico vivibile e accogliente. Tratto distintivo dello stile anni 50 è sicuramente il tocco vagamente frivolo dell’estetica e la scelta cromatica che spazia dal verde menta, rosso fragola, giallo limone, fino al rosa confetto: una poltroncina di un colore sgargiante da sistemare in un angolo della stanza è l’ideale se volete regalare un tocco estroso all’ambiente ma senza esagerare.

Poltrona vintage in casa

Se volete inserire una poltroncina vintage in un ambiente della vostra casa già arredato basta tener conto del colore e della forma, e il gioco è fatto; le forme e i materiali delle poltroncine anni 50 si sposano bene anche in contesti moderni e apportano un tocco di brio a qualunque tipo di ambiente.

I modelli di poltroncine vintage anni ’50 attualmente in commercio sono davvero tanti e c’è l’imbarazzo della scelta; potete comprarne più di una e arredare l’intero salotto, o scegliere un solo modello da tenere in camera da letto o all’ingresso di casa.

Poltroncina Pin Up

Uno tra i modelli che più incarna lo stile anni 50 è la poltroncina Pin Up di Studio Zetass per Infiniti, ispirata alle forme burrose delle pin up, icone di bellezza e sensualità dell’epoca. Disponibile in poliuretano nudo o tappezzata. Da sola dieci ad arredare e dare vita a qualsiasi ambiente!

Elegante ma senza pretese, la poltroncina Pin up è unica e riconoscibile per via dell’estetica divertente ma permeata da un appeal sofisticato, tipico del loro tempo; nonostante l’aspetto marcatamente vintage si tratta di un complemento d’arredo versatile che non ha nulla da invidiare alle poltroncine di ultima generazione. Per questo potete esibirla in qualunque ambiente della casa ma anche, volendo, in ufficio o in un locale commerciale (purché abbia uno stile ben definito).

Il bello di una poltroncina anni 50 è proprio la sua capacità di adattamento a vari contesti, grazia a un’aura vintage in grado di attraversare epoche diverse adattandosi alla contemporaneità con estrema disinvoltura.