Come organizzare una conferenza partendo dalle sedie

Sedie da conferenza con ribaltina e soluzioni per meeting o convegni

Per realizzare un eccellente evento congressuale bisogna prendere in considerazione diversi elementi, da quelli principali a quelli accessori. Fondamentale è sicuramente una location adeguata, puntare poi su un argomento che richiami l’interesse del pubblico, curare infine gli aspetti tecnici e logistici. Non di meno però è importante l’allestimento del locale e la scelta degli accessori adeguati per rendere l’ambiente confortevole e accogliente. Da questo punto di vista l’elemento essenziale sono le sedie, oggetti indispensabili per fare la differenza in un meeting.

Vediamo ora le tipologie e le dimensioni delle sedie per conferenza:

Tipologie di sedie per sala conferenza

Il confort di un habitat è questione di equilibrio, bisogna cioè saper dosare ingredienti come il giusto grado di climatizzazione, lo spazio vitale, l’estetica e la comodità. Una sala troppo calda o troppo fredda può arrecare disagio e far percepire come interminabili le ore da trascorrere. Allo stesso modo delle sedute inadatte possono compromettere l’attenzione e alimentare il nervosismo. Le sedie per sala conferenza devono quindi essere ergonomiche, qualitativamente performanti, robuste e all’occorrenza dotate dei necessari accessori. Esistono modelli differenti non soltanto sotto il profilo del design ma anche delle caratteristiche specifiche, dei materiali e degli strumenti di supporto. Ecco le principali tipologie:

Sedie pieghevoli per conferenze – leggere e soprattutto pratiche per il trasporto e lo stoccaggio.

Sedie impilabili per conferenze – opzione tra le più valide, possono essere collocate l’una sull’altra guadagnando spazio in magazzino e agevolando lo spostamento.

Sedie agganciabili – permettono di unire un numero di posti variabile, favorendo la disposizione ordinata della fila e il mantenimento nello schema di layout evitando che si spostino.

Sedie da conferenze con ribaltina – molto utilizzate nei concorsi pubblici o negli incontri di formazione. Sono dotate di tavoletta scrittoio per consentire alle persone di prendere appunti.

Sedie con o senza braccioli – i supporti laterali le rendono particolarmente comode tuttavia bisogna sempre considerare lo spazio a disposizione.

Sedie da interno e da esterno – le sedie per sala conferenza possono essere imbottite o esclusivamente in materiale plastico e policarbonato. Le prime sono senza dubbio più comode ma più difficili da pulire e inadatte all’outdoor, le seconde sono più essenziali ma rendono meglio all’aperto, specialmente in caso di condizioni meteorologiche variabili.

Dimensioni sedie per sala conferenze

Nella scelta delle sedie per sala conferenze la bellezza e la funzionalità sono certamente qualità rilevanti, ma non bisogna trascurare alcuni requisiti normativi. Esistono infatti disposizioni legislative che prevedono specifiche precise relative alle strutture da utilizzare negli ambienti con elevata utenza, nei contesti pubblici e per collettività. I codici di riferimento per questo tipo di certificazioni dei prodotti sono: EN 1728, EN 1022, EN 16139, EN 16139. Alcuni dei parametri sono resistenza, durevolezza e ignifugicità.

Altro aspetto da prendere in esame è la dimensione della seduta, per cui ogni poltrona dovrebbe garantire idealmente un quadrato pari a 50x50cm per ogni individuo, con uno spazio tra un posto e l’altro di circa 10-15 cm. Queste misure sono stabilite non solo per assicurare una discreta comodità, ma anche per una necessaria intimità per evitare che i fruitori si trovino eccessivamente vicini, creando un fastidioso imbarazzo. Ulteriore attenzione va prestata al perimetro tra le file, non meno di 110 cm, per consentire fuga di sicurezza, accesso, passaggio e visione adeguata da ogni punto di osservazione.

L’importanza del partner a cui affidarsi

A volte capita di dover organizzare un convegno o un appuntamento di omologa portata e di non possedere adeguata esperienza. A questo punto l’abitudine più comune è cercare qualche spunto o ispirazione sul web, usando un motore di ricerca e lanciando una query del tipo: cerco sedie per sala conferenze. Nella maggior parte dei casi i dati raccolti portano ad orientarsi verso l’ipotesi dell’affitto delle strutture. La ragione sta nel fatto che questa modalità è più versatile, non comporta la necessità e la responsabilità di custodire le attrezzature e permette di personalizzare la scelta in base alle esigenze del momento.

Il noleggio sedie per conferenze diventa quindi un’opportunità estremamente conveniente e utile, ma bisogna rivolgersi ad un partner adeguato. Il fornitore deve infatti mettere a disposizione modelli capaci di adattarsi a ogni contesto, dalle sedie moderne per sala conferenze a quelle più classiche, per interno o esterno, ecc. Concludendo, l’interlocutore giusto non è solo chi procura il materiale necessario, ma anche chi porta il valore aggiunto dell’assistenza e della consulenza su misura.

Per ulteriori informazioni, visita la pagina dedicata al noleggio di sedie con ribaltina per conferenze.