Come organizzare una festa prematrimoniale

Da alcuni anni si sta diffondendo sempre di più l’abitudine ad organizzare una festa prima del matrimonio. Si tratta in verità di un’usanza abbastanza antica in molte regioni d’Italia ma che ora è ritornata prepotentemente di moda. A differenza del banchetto nuziale vero e proprio questo tipo di evento può svolgersi secondo diversi modalità ma a prescindere dallo stile che si intende dare, ciò che conta è avere il necessario per garantirne il successo.

I perché del ricevimento prima del matrimonio

Il ricevimento prima del matrimonio è per molti una sorta di prova generale delle nozze. Per alcuni versi è però anche un’opportunità per gli sposi di dedicare più tempo ad amici e parenti, o ricevere adeguatamente le persone che non saranno presenti alla cerimonia perché si è optato per una modalità più intima e con pochissimi invitati. In ultima istanza viene adottato in sostituzione del tradizionale pranzo o cena di nozze, a volte lungo, dispendioso e stressante. Qualunque sia la motivazione del ricevimento prematrimoniale, è bene organizzarsi e munirsi dei componenti essenziali e complementi d’arredo come sedie, tavoli, divanetti e pouf, panche, ombrelloni, gazebi, tensostrutture.

Idee per festa prematrimoniale

Una delle ragioni secondarie ma non per questo meno utili dell’organizzare un ricevimento prenuziale è alleviare la tensione e lo stress che si accumula in vista del fatidico “si”. In quest’ottica si può dare alla festa uno stile informale e poco pretenzioso. Si può organizzare ad esempio una gustosa grigliata, un aperitivo con tanti stuzzichini o un cocktail party dall’atmosfera fresca e spensierata. Ovviamente è buona regola avvisare gli invitati di presentarsi vestiti casual come faranno gli stessi sposi. Se invece si preferisce uno stile più formale allora non c’è che assecondare il tono classico di quello che sarà il matrimonio in piena regola. Questo vale per il tovagliato, per la mise en place e non di meno per la disposizione dei tavoli e dei posti a sedere.

Gli arredi

In una festa che si rispetti non possono mancare tavoli, sedie, pouf e divanetti, ombrelloni parasole (se si tratta di un evento estivo all’aperto) e quant’altro per rendere l’ambiente accogliente. La scelta delle attrezzature e degli accessori deve essere adeguata al numero degli invitati e al tipo di location. L’obiettivo è creare un allestimento esteticamente gradevole e comodo per le persone. A seconda del tipo di location e della quantità delle persone si può optare per tavoli di forma rotonda se lo spazio lo consente, o rettangolare e quadrata per sfruttare al meglio le superfici disponibili. Sia questi che le sedie dovrebbero inoltre essere fatti di materiali resistenti agli agenti atmosferici, integrandosi visivamente nella cornice naturale e non di meno assicurare confort e stabilità. Ecco dove potete noleggiarli.

Gli addobbi

Ok a fiori e palloncini ma senza esagerare. L’atmosfera deve essere ovviamente fastosa e festosa ma non chiassosa ed eccessiva, altrimenti si rischia di cadere nel cattivo gusto. Il tovagliato bianco è un classico intramontabile ma si può anche osare su corredi colorati. A quel punto però meglio coordinare i colori con gli accessori e gli ornamenti.

Dolce o salato

Dipende dal momento della giornata. Se il rinfresco prima del matrimonio ha luogo di mattina, magari un’ora prima della cerimonia, meglio puntare su piccola pasticceria, dolci mignon, succhi di frutta, caffè e assolutamente niente alcolici. Se si sceglie un’ambientazione pomeridiana o serale si può offrire un buffet a base di stuzzichini, tramezzini e finger food, con bibite analcoliche, vino o cocktail per dare agli invitati un’ampia scelta.

A casa dello sposo o della sposa

Non esiste una regola vera e propria, tuttavia si tende a preferire la casa del futuro marito per non dare un’ulteriore incombenza alla famiglia della donna. Di solito a quest’ultima tocca la maggior parte dei preparativi quali il make-up o l’incontro con la parrucchiera, il tutto nella stessa mattinata che precede il matrimonio.

Outdoor o indoor

La scelta è dettata per lo più dal numero degli invitati e dall’avere un’abitazione con uno spazio aperto a disposizione. In questo caso la soluzione migliore è sfruttare il proprio giardino per allestire un garden party, opzione vincente specialmente se ci si trova nella bella stagione. (Leggi anche: come allestire un party in giardino).

E se dovesse piovere? Don’t worry! Leggete questo articolo.